Locali e discoteche chiuse hanno reso impossibile incontrare qualcuno in quest’ultimo anno.
Ha compensato la rete dando una grossa mano: è sufficiente un click, inserisci i tuoi dati e in pochi minuti il web ti regala il contatto con la persona più affine alla tua personalità.

Secondo l’analisi di Semrush, la piattaforma per la gestione della visibilità online, gli accessi ai dati per single in Italia, nel solo mese di gennaio 2021, sono aumentati del 15%. Sono stati 3 milioni e mezzo i collegamenti ai siti per single: Badoo, Meetic, Tinder ed il neonato Facebook Dating.
Si conferma così il trend del lockdown, che più di qualche coppia l’ha fatta separare.

Al primo posto nella classifica degli accessi, si piazza Badoo con un milione e mezzo di visite in un solo mese. A seguire, Meetic con 673mila visite e poi Tinder che tende a crescere. L’ultimo arrivato è Facebook Dating. Lanciato nel 2018, ha fin da subito riscosso un notevole successo perchè molto semplice da utilizzare. Appena uscito, ha totalizzato in un mese 11mila accessi mensili, superando i 27mila nel gennaio del 2021.

Ma siti web e invitanti app celano spesso sorprese tutt’altro che romantiche.

Attenzione agli abbonamenti trappola che ti invogliano a trovare l’anima gemella in pochissimo tempo e ti fanno ritrovare poi automaticamente vincolata/o ad un abbonamento senza vie di scampo con eventuali costi di recesso con cifre piuttosto elevate.

Per evitare brutte sorprese:

  • informati sulla durata del contratto e sul termine entro cui devi inviare la disdetta, annotandolo sul calendario;
  • leggi attentamente prima di concludere il contratto: la cancellazione del tuo profilo non determina automaticamente la cancellazione del contratto. Aguzza la vista, i termini e le modalità di risoluzione sono spesso scritti in carattere minuscolo;
  • conserva tutte le comunicazioni;
  • ricorda che gli hacker sono sempre al lavoro!

 

Una password efficace e l’uso di un nickname non sono assolutamente sufficienti a garantire la tua sicurezza: immagina quelli che più suscitano l’avidità di hacker non etici e di estorsori professionisti. Il primo rischio è perdere il sonno e la tranquillità in attesa di un messaggio che comunichi l’indirizzo per il pagamento del riscatto bitcoin e sperando che l’estorsore renda pubblichi i tuoi dati.
Ma ricorda, nel frattempo, i dati sono ancora online e disponibili per tutti.

Buon San Valentino!

Leave a Reply